Perché camminare a piedi scalzi?

Scritto da
Perché camminare a piedi scalzi? Perché camminare a piedi scalzi?

 

E' un gesto semplice, che riporta all'infanzia, al piacere del contatto con la natura, così spesso dimenticato.

I nostri piedi posseggono una capacità quasi magica di captare e trasmettere vibrazioni e sensazioni assolutamente speciali, più di ogni altro organo di senso.
 
Camminare scalzi fa stare bene davvero dalla testa ai piedi! Basta abbandonare alcuni sciocchi luoghi comuni, togliersi le scarpe e lasciarsi andare. Piano piano i vostri piedi si abitueranno a ogni tipo di contatto terreno, dal più soffice al più ruvido, e riacquisteranno sensibilità e salute.  
 
Una sola giornata trascorsa a piedi nudi vi darà la sensazione del rinnovamento, sia dal punto di vista fisico, che emozionale: vi sentirete con l'anima più vicini che mai all'essenza della natura.
 
Camminare scalzi è salutare per la struttura muscolo-scheletrica dei piedi e delle caviglie ed è utile nella prevenzione di alcune patologie del piede.
 
Camminare scalzi su diversi tipi di terreno è un vero toccasana per i piedi, oltre che un'esperienza incredibilmente divertente. E per i più scettici, consigliamo di prendere esempio dai bambini che camminano immediatamente e naturalmente a piedi nudi. Gli adulti dovranno pazientare un po' e adattarsi con calma.  
 
Camminare scalzi, inoltre, viene raccomandato contro i disturbi legati alle vene: il movimento dei piedi liberi dalla stretta delle scarpe permette di attivare il muscolo surale quale pompa del sangue in direzione del cuore. Ma non solo, camminare scalzi rende più resistenti ai raffreddori, poiché gli stimoli che arrivano dal freddo (moderato ovviamente) stimolano la produzione di calore corporeo rafforzando le difese. Avete presente la piacevole sensazione di calore avvolgente che si prova dopo aver calpestato un terreno fresco o la neve?

Il Parco Cinque Sensi è anche un punto di incontro per sedute e corsi di fisioterapia e rieducazione posturale e motoria a piedi scalzi. Un'oasi in cui le persone di ogni età hanno la speranza di riappropriarsi delle loro abilità di movimento.

 

Piccola guida per camminare scalzo

Perché camminare a piedi scalzi?


Più semplice di così... Perché ci si sente bene!
Avere i piedi liberi dalle scarpe calde e sudate, all’aria aperta e al sole, poter muovere le dita dei piedi, esser in grado di sentire i vari materiali e le temperature delle superfici quando si cammina, è
meraviglioso!

E’ uno dei piaceri più semplici e alla portata di tutti. Il piede nudo su una persona ordinata è piacevole da vedere.

E’ davvero salutare andare a piedi nudi?


Proprio così. Studi recenti dimostrano che la pelle della pianta dei piedi resiste alle abrasioni e allevesciche e che camminare scalzi è salutare per la struttura muscolo-scheletrica dei piedi e delle caviglie.
Appendere le scarpe al chiodo può aiutare a prevenire una serie di patologie del piede: borsite, sperone calcaneare e deformità varie. Le scarpe tengono le ossa dei piedi così rigide che non possono muoversi in modo fluido, di conseguenza tutta la struttura del piede si indebolisce con il tempo e perde pian piano la sua funzionalità.

Non fa male?


Questa non è una domanda molto intelligente. Ovviamente la risposta è no. Non siamo certo masochisti, camminare a piedi nudi ci fa sentire bene!
Ogni tanto si calpesta qualcosa di doloroso, ma è come nella vita, bisogna accettarlo.
Quante volte ci feriamo alle mani e non ci facciamo caso? Nessuno pensa: “Non sarebbe capitato se avessi indossato i guanti”. Dobbiamo pensare ai piedi come alle mani, senza soffermarci ad ogni graffio. I benefici son di gran lunga superiori ai rischi.

I vetri rotti?


Le strade non son piene di vetri rotti e l’unico pericolo è quando si trovano nell’erba o nella sabbia, dove
non si vede dove si cammina e dove tutti andiamo scalzi.

Come fare sulle superfici calde come l’asfalto d’estate?


In genere l’asfalto è piacevolmente caldo, se lo fosse troppo possiamo camminare all’ombra o metterci
delle infradito (non è peccato).

E con la sporcizia..?


Le strade son sporche, ma meno delle banconote, di un corrimano o di una maniglia. Le strade sono disinfettate dal sole giornalmente, mentre raramente si lavano i soldi. Purtroppo lo sporco delle strade è visibile, ma ricordate che i germi non lo sono...
I piedi si lavano e la sporcizia va via. Raramente abbiamo visto persone che si mettevano le dita dei piedi nel naso, negli occhi o in bocca.

Non devo guardare a terra tutto il tempo?


Una volta abituati, no.

E’ come guidare l’auto, all’inizio siamo tesi, poi ci si rilassa e si nota ogni particolare
senza nessuna fatica.

Non si perde la sensibilità delle piante dei piedi?

Il piede si rafforza e si leviga in continuazione. I ricettori sensoriali son stimolati e riacquisiscono il loro compito.

Non essendo abituati ad andar scalzi ogni sensazione viene fastidiosamente amplificata e si percepisce come fastidiosa. Solo con l’abitudine il corpo inizia a sentire la vera melodia dell’andar scalzi. Ogni superficie è gradevole, dalla più soffice alla più dura e graffiante.

Come posso allenare i miei piedi?


Camminando ovunque gradatamente, dando il tempo a piede di riacquisire il ruolo che anni di scarpe gli ha negato.

Camminare ogni giorno un po’ sulla ghiaia è un ottimo e veloce allenamento.

Posso andare a piedi nudi anche se ho i piedi piatti?


In pratica, se si può camminare a piedi nudi e non fa male, allora si.
Per chi ha archi bassi o addirittura piedi piatti, le scarpe che abitualmente indossa spesso aggravano il problema, poiché non permettono al piede di rafforzarsi.
Camminando a piedi nudi si rafforzano legamenti e tendini, aiutando a contrastare gli archi bassi o i piedi piatti.

Dovrei avere un diverso modo di camminare quando sono scalzo?

No, ma alcune persone non camminano nel modo giusto (da calzati).

Si dovrebbe camminare mettendo più peso sulla parte anteriore dei piedi piuttosto che sui talloni. I talloni sono infatti rigidi e molte persone li sbattono in terra, provocando un contraccolpo sulle gambe e le ginocchia. Si dovrebbe ammortizzare la camminata spostando il peso sulla parte anteriore del piede.

E’ importante, inoltre, non strisciare i piedi sul terreno, perché così facendo si rischia di graffiare il piede.

Cosa posso dire ai passanti se fanno un commento?


Si può scegliere fra due opzioni: ignorare e chiudersi al mondo quasi come degli autistici, oppure sorridere e rispondere con cortesia alle domande che ci vengono poste.

Se i commenti sono scortesi si può sempre spiazzare il commentatore con un sorriso e una battuta di spirito.
L’educazione è sempre un buon supporto per evitare spiacevoli situazioni.

E’ legale guidare a piedi nudi?


Non esiste alcuna legge al riguardo dal 1993.

Tuttavia è vero che la maggior parte delle persone crede ancora che la guida a piedi nudi sia illegale.

Dove non si può andare scalzi?

In Italia solamente in presenza di scale mobili, o in locali dove prevedano un esplicito regolamento a proposito, come ad esempio dove si richiede esplicitamente un abbigliamento elegante.

 

 

by Thomas Diedrich